03 - Open SourceHarbour

Harbour-guida all’installazione linux

Last Updated on 26 Maggio 2021 by Roberto De Pedrini

dopo aver visto come installare il pacchetto harbour su windows vediamo come fare lo stesso con il sistema del pinguino.

  • Prerequisiti:

prima di scaricare e installare Harbour dobbiamo procurarci sul sistema linux due importanti pacchetti GCC e MAKE:

per installare GCC apriamo il terminale e digitiamo il comando:

per installare MAKE apriamo il terminale e digitiamo il comando:

prerequisiti consigliati (github o unzip):

per installare GITHUB digitiamo sul terminale:

per installare unzip digitiamo sul terminale:

  • Download di Harbour:

Una volta accertati di avere i requisiti all’interno del nostro sistema. Ci rechiamo sulla pagina ufficiale GITHUB e scarichiamo i file del progetto con questi due metodi:

1) Se ci troviamo sul sito github come per visto nell’articolo dedicato a windows, ci basterà’ andare sul bottone verde Code e scaricare il pacchetto in formato ZIP, facendo click sul sottomenu “Download ZIP”:

attendiamo la fine del download ed estraiamo il contenuto dell’archivio con il comando:

2) Se abbiamo scelto di installare GIT possiamo aprire il terminale e clonare direttamente l’intero codice usando il comando:

una volta lanciato il comando attediamo il download, verrà creata una cartella in home dell’utente attualmente connesso:

download in corso del pacchetto
cartella harbour in Home

-Installazione Componenti aggiuntivi

Terminato il download torniamo sulla pagina GitHub e installiamo a seconda delle nostre esigenze i componenti aggiuntivi da includere con Harbour (consigliata l’installazione del pacchetto ODBC e mysql/maria-DB).

NOTA BENE: alcuni pacchetti qui riporarti hanno subito aggiornamenti, si prega quindi di controllare sul repository linux il nome aggiornato.

-Installazione di Harbour:

Terminata l’installazione dei componenti, ci rechiamo con il terminale all’interno della cartella Harbour e lanciamo il comando:

a questo punto partirà l’installazione e verranno copiati i file binari e le varie librerie all’interno della cartella /usr/shared/local.

-Esecuzione e test:

Terminata l’installazione siamo pronti a vedere se tutto funziona. Andiamo subito sul terminale e lanciamo il comando hbmk2 sul terminale. Se il comando viene correttamente riconosciuto siamo a buon punto. Ora prepariamo il nostro classico esempio hello world. Creiamo un file con estensione .PRG ad esempio Hello.prg e scriviamo al suo interno:

PROCEDURE main()
   ?“hello world” 
RETURN

apriamo il terminale e ci spostiamo nella cartella dove abbiamo creato il file sorgente e lanciamo il comando:

hbmk2 Hello.prg

a questo punto Harbour genererà il file binario pronto per essere eseguito con il comando:

./Hello

Ora siamo pronti a sperimentare con harbour , nel prossimo articolo vedremo i vari strumenti consigliati per sviluppare con questo linguaggio e come muovere i primi passi cominciando a vedere in primis la programmazione classica del clipper per mostrare la semplicita’ della creazione delle interfacce console simili ai nostri display file su as400.

-Creazione di pacchetti distribuibili

Se non vogliamo compilare per la singola macchina il nostro pacchetto harbour, ma vogliamo preparare il pacchetto .deb o rpm distribuibile per ogni distro linux, possiamo seguire le istruzioni riportate sulla pagina GitHub (https://github.com/harbour/core#how-to-create-distributable-packages). Consiglio inoltre per questo di seguire l’articolo del wiki di Harbour (How install harbour on ubuntu), dove si può prendere in considerazione la spiegazione dettagliata e l’uso dello script di esempio per semplificare la generazione del pacchetto installante. Ricordo inoltre che per eseguire questo tipo di procedura e’ necessario l’uso del pacchetto fakeroot necessario per evitare di bloccare i processi che potrebbero richiedere autorizzazioni speciali.

link esterni:

Questo articolo è un riassunto con versione semplificata che prende spunto dal wiki ufficiale harbour.wiki (How to install Harbour on Ubuntu) scritto da Alain Aupeix si consiglia per tanto in caso di errori o altro di consultare il wiki per installare pacchetti mancanti per cercare di installare il pacchetto correttamente.

Sito ufficiale repository GIT di Harbour – https://github.com/harbour/core

About author

Giorgio Caponera, appassionato sviluppatore del mondo IBM i, Fresh Face IBM nel 2019.

1 Comment

Rispondi a dhon g. buenavista Annulla risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: