03 - Open SourceHarbour

Harbour – guida all’installazione su sistemi windows

Dopo la parentesi storica di Harbour, vediamo come installare e configurare il pacchetto per cominciare a sviluppare con questo splendido linguaggio.

  • Prerequisiti:

Prima di scaricare e installare Harbour dobbiamo procurarci un compilatore C, ne esistono molti compatibili ma quelli consigliati sono visual C++ incluso in visual-studio oppure MINGW. In questo articolo andremo a installare MINGW (come riportato dal manuale ufficiale harbour.wiki).

Per prima cosa scarichiamo il compilatore utilizzando il seguente link e otteniamo il file per l’architettura del nostro PC. Una volta scaricato lo installiamo facilmente attraverso il suo wizard guidato. Avendo un sistema windows 10 a 64 bit sono state riportate dal wiki le immagini per architetture x64.

  1. Salviamo il file exe

2. Iniziamo l’installazione

3. A seconda del sistema scegliamo il tipo di architettura

4. Scegliamo la destinazione dei file compilatore

Una volta terminata l’installazione aggiungiamo il percorso della cartella BIN del compilatore alla variabile d’ambiente PATH.

– Download di Harbour

Per scaricare il pacchetto di Harbour, dobbiamo recarci sulla pagina ufficiale github del progetto, fare click sul bottone verde Code e sul sottomenu Download ZIP.

  • Installazione di Harbour

Una volta scaricato il file zip procediamo a scompattare la cartella core-master nel percorso che preferiamo (si consiglia di rinominare la cartella come harbour o hb e copiarla direttamente in C:).

Contenuto cartella di Harbour.

Una volta avuto accesso alla cartella e sappiamo che il compilatore C funziona correttamente, bisogna compilare Harbour eseguendo win-make.exe .A questo punto viene aperta una schermata del prompt dei comandi che viene poi chiusa al termine dell’operazione.

Prompt dei comandi in esecuzione

Una volta terminata l’installazione spostiamoci all’interno della cartella bin e controlliamo se è stata creata correttamente la cartella win. Ci spostiamo all’interno di quest’ultima fino ad arrivare all’interno della sottocartella mingw.

Contenuto della cartella mingw

Qui troviamo tutte le librerie ed eseguibili vitali del progetto Harbour tra cui:

  • HBMK2 – compilatore per generare eseguibili EXE o semi-compilati con estensione .HRB
  • HBRUN – interpete per eseguire codice simil python e mini database per gestire i file dbf creati.

Per comodità andremo a copiare il contenuto della cartella mingw all’interno di bin per configurare comodamente la variabile ambiente in PATH.

Variabili ambiente da aggiungere
  • Test di funzionamento

Una completato questi passaggi siamo pronti a usare Harbour. Iniziamo subito con il classico HELLO WORLD:

creiamo un file con estensione .PRG (estensione dei sorgenti xbase) ad esempio sul desktop e lo apriamo con il blocco note, incolliamo questo semplice esempio al suo interno.

Function Main()
     ? "Hello World"
RETURN 

Salviamo il file e compiliamo con il comando Hbmk2 nome del file.prg e diamo invio. Se tutto va a buon fine l’output della console compare come segue:

e ci ritrovaremo il file eseguibile pronto all’uso:

  • Metodo alternativo

Se non si vuole perdere tempo a compilare Harbour allego qui un pacchetto rar pronto all’uso da scaricare con il compilatore all’interno.

Per scaricare il file fare click sulla freccia a destra e poi fare click su download diretto

  • Installazione pacchetto alternativo

Una volta scaricato il pacchetto, scompattate la cartella nel percorso desiderato (consigliato sempre C:) e aggiungere le seguenti v’ariabili d’ambiente (riportate anche nell’immagine delle impostazioni precedente) :

-C:\hb32\bin

-C:\hb32\comp\mingw\bin

C:\hb32\contrib

Una volta aggiunte provate ad eseguire il test di funzionamento per verificare di aver impostato correttamente le variabili ambiente.

Link esterni:

Per questo articolo ho preso spunto dalla pagina wiki ufficiale : Link : Harbour Language Wiki Articles – Articolo: How to Install Harbour on Windows

  • Prossimi articoli

Nel prossimo articolo vedremo come installare Harbour su Linux e successivamente i vari strumenti consigliati per lo sviluppo. Intanto se si vuole prendere confidenza con il compilatore e il linguaggio in maniera base si possono vedere gli esempi inclusi nella cartella tests.

About author

Giorgio Caponera, appassionato sviluppatore del mondo IBM i, Fresh Face IBM nel 2019.

1 Comment

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: