06 - Varie06d - Organizzazione Aziendale - Consulenza

Pianificazione strategica con SWOT

Premessa

Stiamo vivendo un momento storico che sicuramente inciderà nel nostro lavoro.
In questo tempo di silenzio, tragedia e speranza ognuno di noi ha dei pensieri con cui cerca di vivere il momento immaginando come ripartire o cosa cambiare.

Ecco in questo contesto mi è venuta l’idea di proporre uno strumento di analisi strategica aziendale, usato dalla direzione aziendale, da project manager come strumenti decisionali e predittivi per nuovi progetti. Con questo tipo di approccio, si possono ripensare idee e strategie per affrontare con più entusiasmo le nuove sfide economiche e di vita che stanno cambiando sotto i nostri occhi.

Analisi Swot

Sto parlando dell’analisi SWOT.
Questo tipo di analisi è stata creata da un economista statunitense Albert Humphrey verso gli anni ’60 e da allora si è diffusa ampiamente.

Questo approccio può essere utilizzato per qualsiasi processo decisionale in cui vi sia un obiettivo da conseguire.
Ad esempio, la scelta di un sistema Supply Chain , di un sistema Crm, di un sistema per la gestione del Workflow di processo, di un sistema per la gestione dei Kpi, ecc.
Tutto questo e altro sono azioni di tipo strategico. La prima scelta potrebbe essere quella di perseguire lo sviluppo interno, piuttosto che quella di acquistare e personalizzare una soluzione commerciale.
Un’altra scelta strategica che un’impresa potrebbe affrontare è se entrare o meno in un nuovo mercato. Valutare quali sono i fattori pro e contro questa scelta, valutando, con il metodo Swot, le strategie con i propri punti di forza e debolezze tenendo conto delle minacce esterne.

Si disegna tramite una matrice, nella quale vengono definiti i fattori interni ed esterni che hanno un potenziale negativo o positivo nell’attività che si vuole realizzare.

L’acronimo SWOT significa

  • Strenghts o Punti di Forza
  • Weaknesses o Punti di Debolezza
  • Opportunities o Opportunità
  • Threats o Minacce

    I primi due punti (Punti di Forza e Punti di debolezza) descrivono i fattori interni dell’azienda.
    Gli altri due (Opportunità e Minacce) descrivono i fattori esterni o esogeni.

Area punti di forza

Nell’area “punti di forza” andranno inseriti tutti i tratti positivi che caratterizzano il tuo business distinguendolo dai competitor. In cosa eccelle la tua azienda? Cosa la rende unica? Quali sono le sue migliori qualità?

Area punti di debolezza

punti deboli , come è facile immaginare, sono gli aspetti in cui si è più carenti. Quali sono le tue aree di miglioramento? In cosa sono migliori i tuoi concorrenti?

Area Opportunità

Le opportunità sono le possibilità offerte dal mercato potenzialmente vantaggiose per il tuo business. È facile intuire che variano in base al mercato di riferimento e agli obiettivi aziendali, ma è importante saperle cogliere per capire quali azioni mettere in campo per sfruttarle.

Area Minacce

Le minacce , infine, comprendono tutti i possibili ostacoli che potrebbero impedire la realizzazione della tua idea di business. Il lancio di un nuovo prodotto o servizio concorrente, le regolamentazioni del mercato, e così via: qualsiasi cosa possa intralciare i tuoi piani.

Esempio

Di seguito è riportato un esempio generico di una matrice Swot al fine di migliorare l’organizzazione e l’efficienza aziendale e il posizionamento nel mercato. Dopo aver definito ai lati i punti di forza, le debolezza, le opportunità e le minacce, si passa alla strategie incrociando le forze interne ed esterne. E’ evidente che le strategie, debbano essere sviluppate in dettaglio, ma tutto ciò consente da subito di prendere consapevolezza della proprie forze e delle proprie debolezze.

In sintesi, si inseriscono le aree dei punti di forza e di debolezza, si elaborano le strategie per valutare come posso combattere le minacce con i punti di forza e le debolezze definite, o meglio come posso gestire le opportunità con i punti di forza aziendali e di debolezza.

Vantaggi e Svantaggi

Vantaggi

  • L’analisi in profondità del contesto orienta nella definizione delle strategie.
  • La verifica di corrispondenza tra strategia e fabbisogni consente di migliorare l’efficacia.
  • Consente di raggiungere un consenso sulle strategie (se partecipano all’analisi tutte le parti coinvolte dall’intervento) .

 

Svantaggi

  • Rischio di procedure soggettive da parte del team di valutazione nella selezione delle azioni.
  • Può descrivere la realtà in maniera troppo semplicistica.
  • Se non viene attuata in un contesto di collaborazione esiste il rischio di scollamento tra piano teorico e programmatico.

Conclusioni

Questo approccio, aiuta a elaborare pro e contro, evidenziando tutti gli aspetti positivi e negativi di un progetto. Con le informazioni raccolte da una SWOT Analysis è più facile capire se procedere e come muoversi.

#andràtuttobene #noinoncifermiamo #stiamouniti

About author

Project manager, consulente aziendale gestionale, sviluppo applicazioni con Rpgfree , Python, JavaScript. Sono entrato nel mondo IT quando è nato l'As400 , sono un sostenitore della piattaforma Ibm-I e delle sue enormi potenzialità e credo nelle risorse offerte dalla comunità dell'open source. Sono grato di collaborare con FAQ400 perchè condivido pienamente gli obiettivi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: